GLI STUDENTI E L’ALTROBOSCO

La Cooperativa Camelot, costituita il giorno 9 febbraio 2018 composta attualmente da 23 membri, ha come obiettivo quello di capire il mondo delle cooperative attraverso il lavoro di alternanza scuola-lavoro. Questo avviene attraverso le visite ad altre cooperative, lezioni con alcuni esperti del settore e grazie alla collaborazione con la cooperativa sociale Villa Sant’Ignazio. Lo scorso anno Camelot aveva lavorato alla produzione d’interviste mentre quest’anno alla realizzazione del progetto l’Altrobosco. Quest’ultimo ha come obiettivo quello di rendere la vasta area verde, adibita in passato al pascolo ed esistente da oltre 50 anni attorno alla struttura, un crocevia d’incontro non solo per chi già frequenta la cooperativa, ma per tutti gli abitanti della zona. Il bosco comprende un’area di circa cinque ettari all’interno della quale sorgerà un percorso con tre articolazioni ognuna con una finalità ben distinta. Uno più incentrato sul benessere fisico grazie a delle attrezzature che si troveranno lungo il tracciato, uno più naturalistico e uno incentrato sulla valorizzazione della bellissima vista sulla città Trento godibile dalla splendida terrazza presente. Inoltre saranno sistemati e messi in sicurezza i campi sportivi già presenti e sarà predisposta un’area pic-nic attrezzata. Grazie a questi lavori il bosco potrebbe diventare sede di emozionanti eventi sportivi e sociali oltre che di interessanti laboratori educativi. Questi percorsi e attività, sorgeranno e verranno svolti nella grande e silenziosa area intorno a Villa Sant’Ignazio, cooperativa di solidarietà sociale che nasce nel 1978 con l’obiettivo di promuovere la crescita individuale, l’integrazione sociale tra gli individui e la realizzazione dei bisogni umani, con particolare attenzione ai soggetti socialmente svantaggiati facendo avvicinare quindi la comunità a temi sociali molto importati e spesso sottovalutati. Il bosco sarà abbastanza vicino sia alla città di Trento sia alla frazione di Cognola e dunque raggiungibile senza difficoltà dai cittadini di entrambe le zone. Il parco rappresenterà quindi un punto di incontro per tutte quelle persone interessate a cercare della quiete dalla città oltre che una varietà di emozioni che solo le meraviglie dell’Altrobosco possono offrire. Esso sarà tendenzialmente aperto da fine settembre.                                                                                                                                                                                                Comunicato Stampa                                                                        Cooperativa Camelot                                                                                      (Lorenzo Aor)